save your reference will save your time

24 Set

Thing 14: Zotero / Mendeley / citeulike

(vai alla versione in italiano)

Back from the summer, back to work. Well…indeed I’ve worked all the time…by the way, sorry for the late late late late post.
Cpd23 is near the end and my reflection are still on 22 august….

Talk about Zotero, Mendeley and citeulike is all about bibliographic reference. I must admit that my experience with this topic is very low. During my studies I encounter these kind of tools, but never start to use them seriously (sometimes Zotero, but Mendeley application for Linux was not so good). Also, after my degree, I’ve faced two obstacles:
1. no need to manage bibliographic reference, ‘cause no one ask me to produce scholarly articles etc etc
2. I felt in the “too-work-no-time-for-organization” sindrome

After a year or so, finally I’ll have to produce scholarly articles and the second point will become “all-my-work-is-a-matter-of-organization”….so I hope to improve my use of those tools, at least to suggest them to people that really need.

I think the better tool for manage bibliographic reference is Mendeley, because rather than Zotero or citeulike has a client not tied to a browser. So, if you have a bunch of documents that you need to reorganize, you should use Mendeley (my case…).
I never used citeulike, but Zotero has always been tied to my browser. It’s funny because I use it to review websites rather than to save references.
Like other firefox addons (for example DublinCore viewer), it show me if the site take care about metadata.

Now that I’m actively developing a (so-called) next generation catalog I must take care about how to tell to Zotero (and others) “hey, this content it’s for you”. My decision was to implement COinS (ContextObject in SPAN) to embed citation metadata in HTML. It’s a simple but effective technique. Ask your vendor to implement it😛

(versione in italiano)

Cosa 14: Zotero, Mendeley, citeulike

Tornato dall’estate, tornato a lavoro. Che poi, in realtà, ho lavorato tutta l’estate. In ogni caso…mi scuso per il post in mega ritardo.
cpd23 è vicino alla fine e le mie riflessioni sono ferme al 22 agosto….

Parlare di zotero, mendely e citeulike è parlare di reference bibliografico. Devo ammettere che la mia esperienza sul tema è molto poca. Durante i miei studi ho incontrato questo tipo di strumenti, ma non li ho mai usati seriamente (alle volte Zotero, ma ad esempio al tempo l’applicazione per Linux di Mendeley non era buona). Inoltre, dopo la laurea, ho incontrato un paio di ostacoli:
1. nessuna necessità di gestire bibliografie, dato che nessuno mi richiedeva la preparazione di articoli accademici e cose simili
2. sono caduto nella sindrome “troppo-lavoro-nessun-tempo-per-organizzarsi”

Dopo un anno circa, dovrò finalmente produrre degli articoli accademici e il secondo punto si trasformerà in “tutto-il-mio-lavoro-è-una-questione-di-organizzazione”…perciò spero di migliorare il mio uso di questi strumenti, come minimo per suggerirli a chi ne ha veramente bisogno.

Penso che il miglior strumento per gestire una bibliografia sia Mendeley, più che altro perchè rispetto a Zotero e citeulike non è strettamente legato ad un browser. Perciò se avete un mucchio di documenti da organizzare, dovreste usare Mendeley (è il mio caso…). Non ho mai usato citeulike, ma Zotero è sempre stato installato nel mio browser. E’ divertente perchè lo più che altro per analizzare i siti piuttosto che per salvare riferimenti. Come altri addons per firefox (ad esempio il Dublin Core viewer), mi mostra se un sito ha a cuore i metadati.

Adesso che sto attivamente sviluppando un (cosiddetto) next generation catalog devo pensare a come dire a Zotero (ed altri strumenti) “hey, questo è per te”. La mia scelta è stata implementare i COinS (ContextObject in SPAN) per incorporare i metadati citazionali nell’HTML. E’ una cosa semplice ma efficace. Chiedete al vostro venditore di implementarla😛

Una Risposta to “save your reference will save your time”

Trackbacks/Pingbacks

  1. Insert Coins – più semplice a farsi che a dirsi « In the mood for library - 3 febbraio 2012

    […] una cosa che magari noi non usiamo, ma altri potrebbero trovare molto utile. Come dicevo qualche mese fa, chiedete al vostro rivenditore di fiducia di […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: